SALA XVII

Sala del Parnaso

In questo sontuoso ambiente, un tempo sala da pranzo, si può ammirare, incorniciato dagli ornati all’antica e dalle due lunette a stucco con scherzi di amorini, opera di Grazioso Rusca, il grande affresco commissionato dal viceré Eugenio di Beauharnais ad Andrea Appiani. Il dipinto, terminato nel 1811 ed eseguito su ispirazione del grecista Luigi Lamberti, raffigura il dio Apollo sul monte Parnaso in compagnia delle nove muse. Si tratta dell’ultima opera nota dell’artista, che dimostra di aver guardato con interesse al Parnaso dipinto da Raffaello nelle Stanze Vaticane, un modello che era già stato riproposto con successo nell’omonimo affresco di Anton Raphael Mengs nella Villa Albani di Roma, autentico manifesto della riforma neoclassica delle arti.